lunedì 14 marzo 2011

Il diritto longobardo: avete capito il libro? e le lezioni?

Come annunciato oggi a lezione, potete inserire sotto questo post i vostri dubbi su quanto avete ascoltato a lezione oggi da me e la scorsa settimana dalla professoressa Menzinger. Risponderò a lezione o con un nuovo post.

6 commenti:

Marta ha detto...

Buongiorno professore,
io avrei una domanda riguardo la differenza e la comparazione tra volgarizzazione del diritto e volgarismo, di cui il manuale parla alla fine del II capitolo.
Grazie
Marta Cerrito

fra ha detto...

qual'è il motivo del doppio assetto normativo nei regni romano-barbarici; perchè non è il principio della personalità del diritto?

Anonimo ha detto...

salve,
siccome sono stata impossibilitata nel seguire la lezione di mercoledì 16, potrei sapere gentilmente cosa è stato spiegato?

Anonimo ha detto...

professore vorrei porle una domanda semplice che credo possa chiarire gli infiniti dubbi che chi come me sta per sostenere l esonero.i saggi sono compresi per la prova?

Dott.ssa Silvia Di Paolo ha detto...

Si riferisce al corso di storia delle codificazioni moderne o di storia del diritto medievale e moderno?
Nel primo caso consulti l'altro blog.

Anonimo ha detto...

Non ho capito come coordinare le informazioni date a lezione sul fallimento (nel breve periodo)del progetto di Giustiniano e le pagine di Cortese alla fine del capitolo su Giustiniano.In particolare sul rapporto tra diritto teodosiano e pragmatica sanctio.Da come ho capito Cortese cerca di dimostrare come, nonostantel'uso ormai radicato del diritto teodosiano nella chiesa, il diritto di Giustiniano si sia lentamente imposto e sia stato effettivamente applicato. Queste pagine in che misura vanno collegate con il concetto di progetto fallito?